Pomodori a mezzo e elogio del pomodoro casalino

pomodori a mezzo

Il CASALINO è il pomodor, protagonista indiscusso di questa ricetta: i POMODORI A MEZZO! Piatto tipico della tradizione giudaico romanesca, per essere gustato a pieno deve assolutamente essere preparato con i pomodori “spagnoletta” conosciuti a Roma con il nome “casalino“, maturi, dal sapore intenso, leggermente acidulo. Li riconoscete dalla loro forma schiacciata e arricciata. Ricordate che di regolare il pomodoro casalino nella forma ha solo l’irregolarità delle sue arricciature! Se troppo perfetto e liscio sotto, non si tratta di casalino, ma di altri buoni pomodori, che però non sono adatti a questa ricetta, perché tutto il gusto dei pomodori a mezzo è racchiuso nel gusto e nella sapidità del pomodoro stesso.

pomodori a mezzo 3

 

Per quanto riguarda l’arricchimento con gli aromi, io ho scelto prezzemolo, origano e aglio. Ma ci sono varianti con menta romana, o con il basilico. Mentre altri preferiscono usare solo solo olio, sale e pepe, proprio per assaporare a pieno il gusto di questo pomodoro giunto a maturazione.

1 kg di pomodori casalino maturi

Prezzemolo: qualche rametto

origano secco: 2 cucchiai Aglio tritato: 2 spicchi

Zucchero: una “spolverata”

sale e pepe

olio extravergine di oliva

Ingredienti

 

casalini

Preparazione

Lavare i pomodori, privarli del picciuolo e tagliarli a metà nel senso della larghezza. Una volta spaccati vi troverete davanti piccole celle con i semi. Vanno quindi privati dei semi con l’aiuto di un cucchiaino, oppure semplicemente con le dita. Salarli e metterli capovolti i un colapasta per far perdere l’acqua in eccesso. Un’altra variante consiste nello sbollentarli appena per privarli della pelle… ma io li preferisco così, perché mi piace il loro sapore abbrustolito.

casalino

Cospargere di aglio tritato finemente e pepe. Se qualcuno non gradisce l’aglio può metterlo a spicchi grandi nella teglia. Aggiungere l’origano.

aglio e origano

 

Per quanto riguarda gli aromi, come già ho accennato si può andare anche a gusto personale.

 

 

 

 

pomodori a mezzo in teglia

 

 

 

 

Aggiungere il prezzemolo. Olio senza lesinare… infornare a 200°per 40 minuti.

 

 

 

 

pomodori a mezzo sfornati

 

Sfornare, mettere nel piatto, togliere il prezzemolo seccato dal calore e aggiungere l’olio di cottura e altro olio extravergine di oliva a crudo.

pomodori a mezzo

Pomodori a mezzo sfornati e impiattati

Consiglio: gustare freddi e con tanto pane! Il segreto per l’ottima riuscita di questa ricetta risiede nell’uso esclusivo di pomodori casalino, di aglio profumato e di ottimo olio extravergine di oliva. Non guasta l’accompagnamento con una buona “pagnotta” cotta a forno a legna! E chi resiste????

Il pomodoro casalino
La spagnoletta è un pomodoro tipico del Lazio, meglio conosciuto a Roma e dintorni con il nome “casalino”. Dalla forma schiacciata e ricco di arricciature irregolari, gode di un sapore intenso, leggermente acidulo. A completa maturazione è di un rosso intenso e sapore delicato, leggermente acidulo e molto saporito. Originario della zona dei castelli romani, viene oggi coltivato per lo più nella zona di Formia e Gaeta. Si usa non ancora maturo in insalata, mentre è ottimo per la preparazione di sughi giunto a maturazione, e naturalmente l’unico per i pomodori a mezzo. Ottimo anche per la preparazione dei pomodori secchi. La sapidità del sapore è dovuta soprattutto all’uso di acqua salmastra e cresce bene in zone sabbiose. Una volta veniva coltivato tra una vite e l’altra e concimato con la cenere del camino. Se ne gustava la produzione sin da maggio. Oggi la produzione è nettamente diminuita, forse dovuta al fatto che tende facilmente a marcire e perché soppiantato dalla maggiore coltivazione di altre varietà di pomodoro che danno maggiore resa e meno scarto. Alcune aziende riproducono il seme da circa 70 anni. Il raccolto va da giugno a agosto.
pomodori a mezzo

Pomodori casalino a mezzo

Condividi
The following two tabs change content below.
Appassionata di cucina e tradizioni curo le mie passioni su Lazio Gourmand e Chez Entity.

Ultimi post di elena castiglione (vedi tutti)

2 Comments

    • Ciao Dario, purtroppo quelli preparati lo scorso anno sono stati tutti utilizzati. Da pochi giorni le piantine sono state trasferite in terra e mi auguro possano dare i loro frutti tanto sperati. Se cosi sarà avrai i semi. Teniamoci in contatto magari sulla pagina facebook di Laziogourmand dove metterò le foto dei progressi delle piante e l’eventuale raccolto. Se vuoi palesati sulla pagina facebook o riscrivi qui come preferisci.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *