DiVin Mangiando, quarta edizione della gara gastronomica e la premiazione

Divino Etrusco

Divin Mangiando la vincitrice

Iniziata la 15ma edizione di Divino Etrusco a Tarquinia dal 19 al 28 agosto, in una delle cittadine più belle del Lazio. La manifestazione ospita diverse cantine del territorio dove, attraverso gli stand a loro dedicati e i sommelier, si possono degustare i vini in accompagnamento a invitanti street food a disposizione dei partecipanti.

Sabato 19 agosto, nell’ambito del Divino Etrusco, si è tenuta la quarta edizione di Divin Mangiando la gara gastronomica organizzata da Vittoria Tassoni di Vittoria in Cucina e il comune di Tarquinia.

La gara è stata vinta da Joanna Dlawichowska, l’unica concorrente straniera, Joanna è polacca ma vive a Roma da tantissimi anni e il suo piatto di Pyzy, gnocchi ripieni di carne con un condimento di pancetta croccante, ha vinto per l’equilibrio dei sapori e delle consistenze. Un piatto veramente delizioso che ho assaggiato personalmente.

Cinque le proposte dei primi piatti presentati, molto diversi tra loro: i Pyzy, gnocchi ripieni di carne; Lasagnetta fritta con crema di ricotta e fiori di zucca; Pizzicotti alla reatina; Mezzelune alla mediterranea e Chitarrine con vongole e gorgonzola.

divin-mangiando-piattiI partecipanti alla gara, sono stati selezionati in base alla ricetta corredata da un piccolo racconto sul piatto e le origini dei prodotti usati e dalla selezione sono stati scelti i 5 partecipanti dilettanti. Le professioni spaziavano dalla medicina, al lavoro ministeriale, giornaliste insomma, tutto meno che cuoche professioniste e malgrado ciò il livello dei piatti è stato molto alto, mettendo in seria difficoltà i giudici che hanno faticato non poco a decretare la vincitrice.

La giuria era composta da Anna Moroni, Salvo Cravero, Anna Facchini, Maria Laura Nespica e Laura Voccia. La manifestazione è stata presentata da Cristiana Curri.

 

Divin Mangiando giuria

Anna Facchini, Laura Voccia, Anna Moroni, Vittoria Tassoni, Cristiana Curri, Maria Laura Nespica e Salvo Cravero

La serata di proclamazione si è svolta presso la suggestiva Piazza Titta Marini dove i giudici, gli sponsor e un ristretto numero di partecipanti, per via delle restrizioni come da decreto Covid, hanno gustato un assaggio di un primo piatto cucinato da uno dei giudici, lo chef Salvo Cravero.

In questa edizione di Divin Mangiando abbiamo partecipato anche noi alla gara gastronomica, con un piatto che raccoglieva le indicazioni del regolamento: un primo piatto originale, possibilmente di cucina regionale, con la filosofia di slow food tanto negli ingredienti locali quanto nella tecnica di preparazione e di presentazione. La nostra proposta sono stati i Pizzicotti alla reatina, un piatto che conoscevamo bene e che abbiamo già pubblicato. Semplice di origine contadina, un piatto di recupero dove si utilizzava la pasta lievita del pane da gettare  in acqua bollente, un po come per gli gnocchi, pizzicandola con le dita bagnate di olio. I Pizzicotti vengono conditi, poi, con un sugo semplice di aglio, olio, peperoncino, pomodori pelati, prezzemolo tritato e il pecorino di Rieti (il prodotto slow food) che conferisce al piatto la nota sapida e la marcia in più.

La gara

divin-mangiando-gara-in-cucina

 

 

 

 

Si è svolta presso l’associazione “Il Prezzemolino“, la scuola di cucina di Vittoria Tassoni, appena fuori Tarquinia in campagna. Vittoria ci ha ospitato aprendo la sua casa e la sua scuola a tutte noi, mettendo a disposizione se stessa e le sue infinite attrezzature con suo marito Sandro che pazientemente ha avuto cura di tutti i nostri bisogni.

L’attesa del giudizio

divin-mangiando-attesa

Dopo il gran fermento che ha accompagnato la preparazione dei piatti, abbiamo assemblato il piatto da fotografare, utilizzando le meravigliose ceramiche messe a disposizione da Vittoria del produttore Villeroy&Boch rappresentata da Luca Pietriniuno dei nostri sponsor.

divin-mangiando-attesa_2

In attesa del verdetto visitare Tarquina è stato doveroso! Addobbata a festa per il DiVino Etrusco era ancora più suggestiva e sotto il sole di agosto si è lasciata fotografare e apprezzare con i suoi, appena 3000 anni di storia. Tarquinia ha tutto: boschi, mare, campagna non c’è una stagione migliore, la si può visitare con lo stesso stupore tutto l’anno.

tarquinia

Certi che Vittoria si dedicherà presto alla prossima edizione, sempre più ricca di DiVin Mangiando, ringraziamo gli sponsor che hanno contribuito al successo della manifestazione:

Azienda Agricola Barucca, Broggi, Greensense, Muscari Tomajoli, Villeroy & Boch, Pasta Fanelli, Azienda agricola Vivaio 98.3, Brancato, Lions Club Tarquinia, Lamponi dei Monti Cimini, Olitar, Frantoio Presciuttini, Perle della Tuscia e Caffè Fantini.

 

 

 

Cacciatora mista di pollo, coniglio e abbacchio

Cacciatora mista di pollo, coniglio e abbacchio

Cacciatora mista di pollo, coniglio e abbacchio

La Cacciatora mista di pollo, coniglio e abbacchio è una delle tante varianti della cacciatora (qui trovi il nostro Pollo alla Cacciatora), ed è una delle ricette più conosciute nel Lazio.
In realtà la cacciatora ha origine nelle campagne della Romagna e nasce dalla necessità di avere un pranzo veloce saporito con quello che si aveva a disposizione in casa. Nelle nostre zone nella campagna Sabina la cacciatora è sempre stata il piatto forte in casa di nonna. Lei aveva gli animali, polli, pecore, conigli e quando aveva a disposizione carne macellata era questo il piatto: una profumata cacciatora con rosmarino e aglio, vino e una bella spruzzata di aceto che forma una cremina deliziosa, perfetta per immergere una buona fetta di pane casareccio.
Leggo che la definizione di “Cacciatora” cioè “del cacciatore” derivi dall’utilizzo di aglio e rosmarino come aromatizzanti i quali venivano impiegati dai cacciatori nei loro casini di caccia per cucinare le prede di immediato consumo e che ritroviamo per l’appunto in questa ricetta.

Continue Reading

Pizzicotti alla reatina con TipicamenteRieti

prodotti-reatini_orizzontale

pizzicotti_alla_reatina

Il 7 Novembre abbiamo partecipato ad una iniziativa molto simpatica indirizzata alla promozione del territorio reatino, e noi si sa, siamo sempre pronte ad aiutare la nostra regione ponendo in evidenza un prodotto, un’azienda o come in questo caso, un piatto tradizionale come i Pizzicotti alla Reatina con Tipicamente Rieti.

Tipicamente Rieti è un progetto cofinanziato da Unioncamere Lazio il quale, insieme alla Camera di Commercio di Rieti ha dato vita ad una iniziativa originale per promuovere il territorio reatino, un calendario di 4 show cooking virtuali dove giornalisti e blogger, collegati in rete,  si cimentano in cucina per realizzare piatti tipici locali con i prodotti a km 0 forniti proprio dalla Camera di Commercio di Rieti e consegnati in simpatiche shopper bag in carta riciclata.

Continue Reading

Un giro nella Tuscia gastronomica alla scoperta di eccellenze

gruppo-aifb

Agriristoro Radichino

L’invito è arrivato inaspettato: una telefonata di Cristiana, l’idea di Vittoria e il patrocinio dell’AIFB per un giro nella Tuscia gastronomica alla scoperta di eccellenze, non  potevo che accettare! Sempre pronta a girare nella nostra splendida regione.

La curiosità ci ha spinto a Grotte di Castro presso la Società Agricola Villa Caviciana, dove si trova l’unico allevamento di maiali Mangalitza e poco distante all’Azienda Agricola Tenuta Il Radichino a Ischia di Castro, Viterbo qui i fratelli Pira allevano capre, pecore e maiali per formaggi e salumi degni di nota.

Una giornata indimenticabile con un bel gruppo di buongustai riuniti dalla stessa passione. Sveglia all’alba e appuntamento a Tarquinia dove abbiamo seguito la nostra amica Vittoria verso la prima tappa di Villa Caviciana.

Continue Reading

5 anni e Lazio Gourmand-Magazine n 1

Lazio Gourmand-Magazine n 1

10 luglio 2020: 5 anni di Lazio Gourmand e Lazio Gourmand-Magazine n 1. Per raccontare ancora, ma in modo diverso, di questa nostra splendida Regione.

Tante caratteristiche ricette laziali e non solo: minitour, aneddoti e presentazione, nel rigoroso rispetto della stagionalità, dei prodotti tipici del territorio.
In Lazio Gourmand-Magazine n 1
  non potevano mancare le tipiche ricette estive. Dal pollo alla romana al pollo coi peperoni, ai pomodori col riso, le splendide ricette del “nostro” mare e ancora tante altre con i prodotti estivi del nostro territorio .  

Continue Reading

Supplì al telefono alla romana

suppli_evi

 

Suppli al telefono alla romana

Una mancanza gravissima non avere in questo sito la ricetta dei Supplì al Telefono alla Romana. Ce ne siamo accorte quando Risate e Risotti ci ha invitato ad un contest sulla pubblicazione di Supplì, SuppliTIAMO dove chiunque poteva partecipare alla realizzazione di uno degli street food più amati. Ovviamente c’era spazio alla fantasia, ma noi non potevamo proprio non pubblicare il Supplì per eccellenza, quello che non si trova più, anche perchè non a tutti è gradito il sapore leggermente ferroso delle regaglie di pollo.

La ricetta che vi propongo è tipica della cucina di mia mamma. Questi sono i suoi Supplì, quelli che conosco da sempre. Lei faceva questo sughetto con cui, tra l’altro, condiva le fettuccine fatte in casa. Infatti, ne faceva sempre in abbondanza, anche perchè ridurre in piccoli pezzetti le regaglie di pollo, vi assicuro, non è cosa cosi semplice! Quindi se vi cimenterete e gradite il sapore del sugo di regaglie, fatene di più e provatelo con le fettuccine.

Continue Reading

Pizza Rentorta di Pescorocchiano

dav

Pasquetta insolita, quest’anno. Tutti a casa… nonostante il tempo così bello, primaverile. E così ci organizziamo in casa, o per i più fortunati, in terrazza o in giardino. Però non possiamo rinunciare alle nostre tradizioni. E allora, facendo finta che tutto sia come al solito e di preparare qualche cosa per la scampagnata di lunedì dell’Angelo, quest’anno sono andata a pescare una ricetta della tradizione contadina sabina: la pizza Rentorta di Pescorocchiano!

Pescorocchiano è un comune della provincia di Rieti, nel Cicolano. Il Cicolano è la regione nella bassa provincia di Rieti  al confine sud est dell’Abruzzo al quale apparteneva fino al 1927 e del quale mantiene ancora oggi parecchie caratteristiche.

Continue Reading

Pizza di Pasqua Dolce Portodanzese

Pizza di Pasqua Dolce Portodanzese

Pizza di Pasqua Dolce

Quest’anno avremo una Pasqua insolita, una Pasqua lontana dai nostri cari, ma non per questo dobbiamo allontanare da noi la voglia di festeggiare e condividere, con la nostra famiglia, la Pizza di Pasqua Dolce  Portodanzese.

Di ricette di Pizze di Pasqua Dolce ce ne sono molte, sono tutte ricette tramandate che si perdono nella notte dei tempi, quando fare queste Pizze era un po come essere un alchimista. Dentro ci mettevano una serie di aromi, liquori alle erbe, rosoli e spezie da rendere queste pizze cosi profumate da ricordare proprio la primavera. Farle non è semplicissimo, perchè si tratta di Pizze molto pesanti che richiedono tanti ingredienti come burro, molte uova, farina, lievito madre, tanto zucchero, canditi, uvette…insomma per far crescere sta pizza ci vuole un miracolo o una grande maestria. Non dimentichiamo poi le lunghe ore di lievitazione, prima del lievito di rinforzo e poi l’ultima con tutti gli ingredienti. In questo frangente di quarantena certo, il tempo non ci manca, e potremmo tranquillamente attendere, ma molte volte tutto ciò scoraggia nell’impresa.

Continue Reading

La Falia di Priverno, prodotto unico e tipico del territorio

la-falia-di-priverno

la-falia-di-priverno-e-chiacchietegli

Oggi vi racconto una storia legata alla nostra bellissima Regione: La Falia di Priverno, prodotto unico e tipico del territorio. Non è un pane e nemmeno una pizza è la Falia! Un delizioso involucro che può contenere di tutto e farvi sognare al primo morso.

Sono venuta a conoscenza della Falia grazie ad un giovanissimo ragazzo, un Maestro pizzaiolo e panificatore Luca Mastracci. Lui è il proprietario di una pizzeria di Priverno che si chiama Pupillo Pura Pizza ormai balzata alla vetta del successo grazie alla sua maestria nella preparazione degli impasti, alla semplicità e umiltà che traspare dai suoi occhi sorridenti.

Continue Reading

A Frascati alla scoperta del Cris Fish Bistrot

img_20200206_093022

Alle porte di Roma un confortevole locale immerso in un'atmosfera tra il country e il vintage

di Sabrina Turco

Se siete alla ricerca di un angolo romantico, chic e ricercato, beh allora dovete andare al Cris Fish Bistrot di Frascati in via Conti di Tuscolo 1. Una vera esperienza per gli occhi e per il palato… atmosfera Shabby, pochi coperti.

Il nuovo menù: una declinazione di sapori che si sposano tra loro attraverso consistenze diverse, esplorando colori e materia prima. Il tutto annaffiato da vini che hanno una vita e un percorso naturale… nettari che intendono difendere l’integrità del proprio territorio, rispettandone la storia, la cultura e l’arte che sono state loro tramandate nel tempo, traendo ispirazione da una profonda etica ambientale.

Continue Reading

LAZIO PREZIOSO 2020 : ARRIVA L’ANTEPRIMA

LAZIOaltPREZIOSOalt2020

LAZIO PREZIOSO 2020 RINVIATO A DATA DA DESTINARSI
Cancellata l’iniziativa in programma domenica 1 marzo a Roma
La rivista Cucina & Vini, organizzatrice di Lazio Prezioso 2020, già in programma domenica 1 marzo presso il The Westin Excelsior Rome, annuncia che l’iniziativa è rinviata a data da destinarsi.

Di seguito la dichiarazione, con le motivazioni di tale scelta, di Francesco D’Agostino, direttore di Cucina &Vini:
“A malincuore annunciamo di aver deciso di rinviare la manifestazione Lazio Prezioso 2020, che era prevista per la giornata di domenica 1 marzo presso The Westin Excelsior Rome. Al di là dei fatti che attualmente vedono Roma relativamente coinvolta in termini di contagio, la non serenità di tutti ci porta a rinviare l’evento a un momento più sereno che auspichiamo arrivi al più presto”.

Continue Reading

BEVIAMOCI SUD, IL I FESTIVAL DEI ROSSI DEL SUD ITALIA

beviamoci-sud

BEVIAMOCI SUD, IL PRIMO FESTIVAL DEI GRANDI ROSSI DEL SUD ITALIA

Arriva a Roma, il 1° e il 2 di febbraio, la prima edizione di Beviamoci Sud,

il primo festival dei grandi rossi del Sud d’Italia.

Presso il Radisson Blu Hotel, attraverso banchi di assaggio e seminari tematici, operatori e appassionati di tutto il mondo potranno scoprire e degustare le eccellenze vinicole del sud nell’evento BEVIAMOCI SUD.

Dopo due edizioni di “Aglianico a Roma”, segnate da un grande successo di pubblico, l’agenzia Riserva Grande, Luciano Pignataro ed Andrea Petrini (Percorsi di Vino), hanno deciso di ampliare ulteriormente la sfida creando per la prima a volta in Roma il primo festival dei vini del Sud Italia che sarà suddiviso in due momenti, uno legato ai rossi e uno legato ai bianchi e rosati.

Continue Reading