Crostatine di visciole di Sezze

crostatine di visciole di Sezze

Le crostatine di visciole di Sezze sono un dolce tipico che si preparava in occasione di alcune festività religiose e in occasioni di matrimoni, battesimi e comunioni per offrirle a parenti amici; ora si possono trovare ogni giorno nei forni e nelle pasticcerie, fatte a mano seguendo la stessa ricetta che forse risale al 1600. La crostatina di visciole e’ piccola, di forma ovale o tonda e con un piacevole contrasto tra la dolcezza della pasta e il gusto aspro della marmellata di visciole dei Monti Lepini, un tipo di ciliegia piccola, di colore rosso scuro, dal sapore acidulo che cresce spontanea e matura tra maggio e giugno.

600 g di farina

250 g di zucchero

200 g di strutto

1 uovo

5 tuorli

buccia grattugiata del limone

marmellata di visciole

Ingredienti

Procedimento

Fare la fontana con la farina setacciata sulla spianatoia, mettere al centro zucchero, strutto , uova, tuorli e la buccia del limone. Impastare senza lavorare troppo, l’impasto deve rimanere leggermente morbido. impastare brevemente fino ad ottenere un composto omogeneo, leggermente morbido. Avvolgere nella pellicola e far riposare per almeno 30 minuti prima di utilizzare. Foderare con la pasta gli stampini, dopo averli unti e infarinati, e mettere al centro la marmellata di visciole. Fare delle striscioline con la pasta avanzata e formare una griglia sopra la marmellata. Spennellare la pasta con l’uovo sbattuto e cuocere in forna caldo a 200° per circa 30 minuti.
Le crostatine di visciole di Sezze sono pronte.

 

Condividi
The following two tabs change content below.
Sono architetto insegnante e appassionata di arte e da sempre amo cucinare. http://mmmbuonissimo.blogspot.it/ http://www.laziogourmand.com

One Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *